Corso di murassiccaru

L’UNESCO, il comitato internazionale che opera per la salvaguardia del patrimonio culturale mondiale ha iscritto l’arte dei muretti a secco nella lista del patrimonio culturale immateriale, l’iscrizione è comune a 8 paesi europei, fra cui l’Italia. Nella nostra regione l’arte del muro a secco ha dipinto e connotato sempre il territorio in particolare negli Iblei. Malgrado siano prevalentemente strutture legate all’agricoltura e alla necessità di costruire terrazzamenti lungo i pendii, questa tecnica ha permesso di realizzare in Europa mediterranea una grande variabilità di strutture: muri, abitazioni di ogni tipo, pozzi, strade, recinzioni, ponti, archi, volte sono tutti esempi di un uso sapiente e millenario di questa tecnica. Queste conoscenze pratiche vengono conservate e tramandate nelle comunità rurali ed hanno un ruolo vitale nel prevenire frane, inondazioni e valanghe e nel combattere l’erosione e la desertificazione del suolo, incrementando la biodiversità e creando le giuste condizioni microclimatiche per l’agricoltura.

Descrizione e obiettivi del corso: I muretti a secco sono costituiti da pietre opportunamente modellate in modo che s’incastrino le une sulle altre rimanendo stabili una volta posate, in totale assenza di malta o altro materiale cementante.

Sede Museo Bruno Floridia o campo opportunamente indicato.

Esperto: Vincenzo Restuccia

Esperienze lavorative: Si definisce figlio d’arte, come pochi oggi, nel campo della costruzione del muro a secco. Costruttori di muri a secco erano il padre, il nonno ed anche gli avi in linea diretta, infatti i Restuccia ad Avola hanno sempre lavorato in questo settore particolare. Rispetta la tecnica tradizionale, tramandata dal padre, e poi affinata col desiderio di raggiungere livelli sempre più alti, è riuscito a realizzare lavori di ogni genere, cercando di mantenere un equilibrio fra canoni estetici e desideri dei committenti. Vincenzo Restuccia si muove verso nuovi orizzonti con il desiderio di lavorare varie tipologie di pietre per sperimentare e proporre sempre cose nuove e non rimanere ingabbiato in certi canoni, ma dosando innovazione e tradizione sempre in maniera equilibrata.

Destinatari: Corso per adulti se richiesto è possibile anche per ragazzi

Numero max iscritti: 10

Titolo rilasciato: al completamento del Corso sarà rilasciata una certificazione degli apprendimenti acquisiti a norma di legge.

PROGRAMMA

• tecniche per lo spacco della pietra con l’utilizzo di martelli, mazze e cunei
• realizzazione angolare, parte fondamentale per l’inizio e la fine dei muri
• la posa della pietra con relativo riempimento e rinzeppamento
• finitura con i classici colmi tondi

n. 12 lezioni di n. 3 ore
n. 1 lezione di n. 4 ore

Contatta la segreteria