Corso di Intreccio

   

L’intreccio è l’opera di ingegno creativo più antico al mondo, nasce prima della ceramica e della tessitura. L’arte dell’intreccio è uno dei mestieri più antichi praticati dall’uomo, che fin dagli esordi dell’agricoltura ha dovuto fabbricare con fibre vegetali cesti e contenitori vari per raccogliere e conservare alimenti e prodotti di ogni genere. In Sicilia all’arte dell’intreccio erano legati diversi mestieri: il cufinaru, il liamaru il curdaru, il passaturi, il fasciddaru, etc.
L’economia turistica ha riacceso negli ultimi decenni i riflettori su tutto il patrimonio artigianale con l’istituzione di corsi di formazione su questo antico mestiere.

Descrizione e obiettivi del Corso: Il Corso prevede l’apprendimento della scelta dei materiali, delle tecniche e degli strumenti relative all’arte dell’intreccio.

SEDE Museo Bruno Floridia

Esperto: Claudio Romano

Esperienze lavorative: è un produttore agricolo di erbe officinali, che coltiva e trasforma con grande passione, da tale fervore inizia una minuziosa perlustrazione per conoscere il territorio ed approfondire meglio la conoscenza della meravigliosa flora spontanea e la ricerca delle piante spontanee dei Monti iblei. Inizia a coltivare il sogno di saper intrecciare le fibre naturali. Apprende i primi rudimenti da un’anziana signora di un paesino dell’Etna, scopre che l’intreccio può completare e far parte attiva della sua professione, perché le materie prime con cui si esegue tale tecnica artigianale sono biologiche, biodegradabili, soprattutto scarto delle stesse piante.
Inizia ad insegnare ai tanti che si appassionano a questo fruttuoso passatempo antichissimo, fatto di regole ed improvvisazione, calando la propria attività nella storia e mitologia della nostra terra di Siracusa. Ama insegnare la tecnica dell’intreccio soprattutto ai bambini. É stato presente in varie manifestazioni del settore:
Mondo natura (Rimini); Country Life (Modena) e Firenze; Cibarie (Macerata) e tante altre.

Destinatari: Il Corso è rivolto a tutti coloro che intendono acquisire competenze di base riferite all’antica arte dell’intreccio.

Numero max iscritti: 10 iscritti adulti e bambini

Titolo rilasciato: al completamento del Corso sarà rilasciato ai partecipanti una certificazione degli apprendimenti acquisiti a norma di legge.

PROGRAMMA

I MODULO 

– LEZIONE 1 (ORE 3)
L’arte dell’intreccio nella società rurale e in Sicilia. Cenni storici.
L’intreccio tra ritualità e quotidianità. L’arte dell’intreccio e i cicli del lavoro contadino.
I mestieri legati all’arte dell’intreccio: cufinari, liamari, curdari, passaturi, fasciddari, tissituri, etc.
I materiali, gli strumenti, le tecniche.
Tipologia di manufatti e loro impiego.

LEZIONE 2 (ORE 3)
L’arte dell’intreccio tra Green economy, slow-think ed economia eco-sostenibile.
La selezione dei materiali. Riconoscimento e scelta degli alberi e delle piante. La raccolta, i suoi tempi e la selezione del materiale. Pulitura e preparazione.

– LEZIONE 3 (ORE 3)
Materiali e tecniche di intreccio per la fabbricazione di un cesto tradizionale siciliano. Le parti del manufatto, monocromie, policromie, plasticità.
Esempio di sfogliatura della pianta e di realizzazione di semplici intrecci.

LEZIONE 4 (ORE 3)
Esempio di fabbricazione di un fondo di cestino.

– LEZIONE 5 (ORE 3)
Esempio di fabbricazione di un cestino.

II MODULO

– LEZIONE 6 (ORE 3)
Tecniche di intreccio di manici e serrature.
Fabbricazione completa di un panaru con manici e finiture.

LEZIONE 7 (ORE 3)
Fabbricazione di cesti con manici e finiture.

– LEZIONE 8 (ORE 3)
Fabbricazione di rivestimenti di recipienti.

– LEZIONE 9 (ORE 3)
Esempi di design di intreccio

– LEZIONE 10 (ORE 3)
Esempi di intrecci d’arte e di intrecci elaborati.

– LEZIONE 12 (ORE 3)
Esempi di intrecci d’arte e di intrecci elaborati.

LEZIONE 13 (ORE 4)
Esempi di intrecci d’arte e di intrecci elaborati.

Chiama la segreteria